Main Menu

"Prove" in una escape room

I docenti della scuola del noi
Fondazione Mondo Digitale

"Prove" in una escape room

"Prove" in una escape room

I docenti della scuola del noi: oggi vi presentiamo la docente catanese Milena Burgio

Proseguono i nostri incontri con i Docenti della scuola del noi. Oggi ci spostiamo in Sicilia e vi presentiamo Milena Burgio. Docente di matematica e scienze, insegna nella scuola secondaria di primo grado nell’istituto omnicomprensivo Angelo Musco di Catania. È animatrice digitale, funzione strumentale POF e responsabile del laboratorio scientifico della scuola.

Milena porta nella didattica quanto appreso nel mondo aziendale (problem solving, organizzazione, imprenditorialità, creatività) e punta a appassionare  i suoi alunni con la curiosità e la voglia di imparare e di sperimentare con entusiasmo.

Con un collega piemontese ha introdotto le prove Invalsi in una escape room, un ambiente da cui bisogna "evadere" con la "chiave finale", dopo aver risolto enigmi e questiti lungo il percorso.

Come di consueto condividiamo un breve video di auto presentazione e poi l'intervista curata dalla ricercatrice Ilaria Gaudiello, che coordina i lavori della comunità open source dei docenti e formatori.

Siamo così giunti al diciottesimo appuntamento con i Docenti della scuola del noi.

 

 

L'intervista

Milena, sei una docente creativa e sostenitrice dell’importanza della sperimentazione didattica per interessare gli alunni allo studio delle materie scientifiche e spronarli all’esercizio anche in modo ludico. In che modo il digitale ti supporta a questo scopo?
Ho sempre insegnato ponendo una particolare attenzione all’aspetto ludico e creativo. Porto sempre con me delle grandi borse per esperimenti di scienze e laboratori matematici che usano materiali poveri. Il mondo digitale è un importante supporto per queste attività. Gli innumerevoli strumenti a disposizione permettono di consolidare quanto appreso, aiutano a sperimentare e potenziano le capacità di modellizzazione, matematizzazione e problem solving degli studenti. Inoltre gli alunni, attratti dal mondo digitale, imparano a usare l’informatica come mezzo per raggiungere degli obiettivi e non solo in ambito ludico ricreativo.

Quest’anno il tuo profilo di docente innovatrice ha incontrato la Scuola del noi di Fondazione Mondo Digitale. All’interno di questa community hai trovato buone sinergie per sviluppare nuovi percorsi didattici: stai testando, insieme a un collega, un percorso di gamification dedicato alla matematica e alle competenze trasversali. Vuoi accennarci qualcosa in proposito?
Quest’anno ho avuto la possibilità di sviluppare e sperimentare, con un collega di una scuola del Piemonte, un percorso didattico dedicato alla matematica e alle competenze trasversali. Abbiamo costruito e sperimentato una escape room basata su quesiti matematici, prelevati in parte dalle prove Invalsi. Gli alunni poi, dopo una fase iniziale di studio e sperimentazione degli strumenti informatici proposti, hanno costruito delle nuove escape room e le hanno scambiate tra loro. Le classi coinvolte hanno accolto questo progetto con entusiasmo, lavorando in gruppo, progettando lo storytelling, costruendo con creatività le stanze e le prove matematiche.

La Scuola del noi della FMD aiuta i docenti a realizzare i "progetti didattici nel cassetto" trasformando le difficoltà della didattica a distanza in opportunità. C’è un progetto che vorresti concretizzare prossimamente grazie al supporto di questa community open source?
Mi piacerebbe sperimentare un altro percorso di gamification che possa coinvolgere più squadre e più classi contemporaneamente. Organizzerei una serie di prove, anche con compiti di realtà, da eseguire in tempi più o meno lunghi (da svolgere anche nell’arco di più mesi), con l’utilizzo di una piattaforma comune e degli appuntamenti periodici per la condivisione delle esperienze.

Other news that might interest you