Main Menu

ChangeBOT alla Digital Factory

ChangeBot, una sfida con Italgas

ChangeBOT alla Digital Factory

ChangeBOT alla Digital Factory

Appuntamento oggi a Milano. In sfida 24 studentesse universitarie

Oggi a Milano, presso la Digital Factory di Italgas, si svolge il creathon ChangeBOT, una sfida creativa promossa promossa con Italgas e Microsoft.

OBIETTIVO

Potenziare la formazione delle donne in area Steam. Sviluppare un nuovo paradigma di sviluppo in grado di integrare soluzioni sostenibili al femminile. Aiutare le donne a compiere scelte responsabili in campo energetico per sé, per la famiglia e per le comunità.

SFIDA

Progettare un'assistente inclusiva, libera da bias, in grado di dialogare anche "al femminile" e di superare gli stereotipi di genere. Per la programmazione e l'addestramento dell'AI vengono usati soprattutto modelli maschili... Le ragazze partono dalla loro esperienza reale con gli assistenti virtuali. Le "conversazioni" sperimentate in vari contesti (come utenti esperte o inesperte) sono state risolutive o lunghe, frustranti e inconcludenti? Come progettare una chatbot personalizzata in grado di conversare con successo anche con clienti donne? Quali caratteristiche privilegiare? Quali funzionalità implementare? Bot vocale? Sentiment tracking? Avatar? Come tenere conto di utenti con basse competenze? Come sviluppare la multicanalità?

CHI PARTECIPA

24 studentesse universitarie provenienti da 18 atenei, da Trento a Bari, con indirizzi di studio differenti, da ingegneria civile a graphic design. Si organizzano in sei gruppi di 4 quattro studentesse. I team lavorano alla realizzazione di prototipo che poi può essere sviluppato durante lo stage di sei mesi previsto per il team vincitore. L’ideazione di un chatbot prevede tre fasi: contesto, sviluppo e test. I team possono confrontarsi con tecnici esperti e rappresentanti delle aziende, possono  consultare liberamente il web e usare gli strumenti che ritengono più opportuni. Ogni team deve descrivere l’idea progettuale in un canvas da consegnare allo staff di FMD entro le 17.30.

ELEVATOR PITCH

Al termine del lavoro collaborativo e ultimata la preparazione delle presentazioni, i team presentano i progetti alla giuria, con un elevator pitch della durata massima di cinque minuti. Il power point deve contenere gli elementi indicati (per quanto riguarda la forma, i team sono liberi di stupirci!). La giuria può commentare, chiedere chiarimenti, sollecitare ulteriori risposte. La fase di presentazione e valutazione è dinamica, interattiva, stile talent.

PREMIO

Per le vincitrici Italgas mette in palio uno stage, curriculare ed extracurriculare (in base ai profili delle universitarie), della durata di 6 mesi, con retribuzione pari ad 800 euro più ticket restaurant (12 euro in presenza in ufficio, 7 euro in smart working). Le sedi disponibili per lo stage sono Milano o Torino.

 

AGENDA

9.45 | SALUTI DI BENVENUTO

  • Peter Durante, direttore HRO Italgas
  • Federico Suria, direttore divisione Enterprise Commercial, Microsoft Italia
  • Mirta Michilli, direttore generale, Fondazione Mondo Digitale

10.15 | CREATHON PER CHATBOT INCLUSIVE

Advisory tecnici che supportano le ragazze per la giornata

  • Elisa Chierchiello, formatrice Fondazione Mondo Digitale
  • Fabiana Cifone, TS Biz App e fondatrice della community Early In Career
  • Giorgio Ughini, Microsoft Aspire TS Biz App  
  • Sandra Arun, former intern e Aspire

17.30 | ELEVATOR PITCH

In giuria

  • Peter Durante, direttore HRO Italgas
  • Chiara Ganz, responsabile relazioni esterne e comunicazione Italgas
  • Marco Barra Caracciolo, AD Bludigit
  • Mirta Michilli, direttore generale Fondazione Mondo Digitale
  • Silvia Agresti, Sr Customer Success Manager Business Applications Microsoft
  • Mariangela Orme, Learning Program Manager Microsoft Italia
  • Roberto Monti, Technology Strategist Microsoft Italia

CRITERI DI VALUTAZIONE

Il giudizio viene espresso sulla base dei seguenti criteri:

  • Capacità di rispondere al bisogno identificato nella sfida proposta
  • Originalità e creatività
  • Qualità dei contenuti
  • Coerenza tra obiettivi, destinatari e strumenti scelti
  • Completezza (numeri di elementi considerati a sostegno della soluzione)
  • Sostenibilità

Other news that might interest you