Main Menu

Un flash mob contro il femminicidio

Un flash mob contro il femminicidio

Un flash mob contro il femminicidio

Un flash mob contro il femminicidio

Con le comunità educanti per cambiare rotta

Ogni settimana il servizio “Analisi criminale” del Dipartimento della Pubblica sicurezza del Ministero dell’Interno pubblica un rapporto che per la gravità dei dati sembra un vero e proprio bollettino di guerra. Dal primo gennaio al 13 novembre 2022 sono stati registrati 261 omicidi, con 96 vittime donne, di cui 84 uccise in ambito familiare/affettivo; di queste, 49 hanno trovato la morte per mano del partner o ex partner.

In occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, chiediamo alle scuole di "improvvisare" eventi diffusi coinvolgendo le comunità locali, ispirandosi all'evento "Un flash mob contro il femminicidio", organizzato lo scorso anno per rispondere all'appello lanciato dal direttore scientifico Alfonso Molina sull'HuffPost [vedi Femminicidio, serve un cambio di rotta, 12 ottobre 2021].

L'azione contribuisce a sensibilizzare le nuove generazioni sul tema della parità di genere. Invitiamo le scuole a documentare le iniziative organizzate e a inviarci i materiali che le raccontano. Cercheremo così di valorizzare le esperienze più significative per condividerle con tutta la comunità scolastica.

Le scuole possono inviare i materiali fino a prossimo novembre 2023. Ci ritroveremo di nuovo sulla banchina del Tevere per condividere tutti i contributi ricevuti.

 

 

Altre notizie che potrebbero interessarti