A Roma il primo Fab Lab all’interno della Palestra dell’Innovazione

L’ultimo censimento è del magazine Wired che conta 43 Fab Lab italiani. Con i commenti e le segnalazioni dei lettori forse si arriva a 45. E nella mappa di Wired è già “localizzato” il Fab Lab romano che sarà inaugurato il prossimo 20 marzo in via del Quadraro 102. Un progetto originale e innovativo, firmato dalla Fondazione Mondo Digitale, che colloca il laboratorio di fabbricazione, realizzato secondo le indicazioni del MIT’s Center for Bits and Atoms, all’interno di una Palestra dell’Innovazione (InnovationGym), un ambiente fisico e virtuale (“Phyrtuale”) per l’apprendimento esperienziale e la pratica dell’innovazione in tutte le sue espressioni: innovazione tecnologica, sociale e individuale.

Palestra dell'innovazioneIl nuovo spazio (già su Facebook) sarà inaugurato all’interno della manifestazione RomeCup 2014. L’eccellenza della robotica a Roma. L’appuntamento è per la sera del 20 marzo, alle ore 19.30, presso la Città educativa di Roma, in via del Quadraro 102. L’evento è anche occasione per presentare l’intero progetto dell’InnovationGym, che sarà raccontato da Alfonso Molina, direttore scientifico della Fondazione Mondo Digitale e professore di Strategie delle tecnologie all’Università di Edimburgo.

A partire dall’inaugurazione, secondo orari e modalità da definire, saranno aperti i seguenti spazi:

  • FAB LAB: spazio dedicato alla fabbricazione tradizionale e digitale, animato dai nuovi artigiani (i makers) aperto al territorio e al mondo della scuola. Nel primo FabLab a Roma costruito secondo le indicazioni del MIT’s Center for Bits and Atoms si trovano: stampante 3D Sharebot, stampante 3D PowerWASP, laser cutter, plotter, fresa, pantografo, levigatrice, tornio, trapano a colonna, saldatore. Tra le attività laboratori e workshop aperti alle scuole e al pubblico e corsi professionalizzanti.
  • ROBOTIC CENTER: centro in cui si elaborano nuove metodologie didattiche per la formazione dei giovani nelle discipline e professioni scientifico-tecnologiche. Nel Robotic Center si trovano kit didattici con Ape Robot, We Do Lego, NXT Mindstorm, EV3, kit Energia Rinnovabile, saldatori da banco, Arduino, componenti elettronici. Tra le attività proposte laboratori di robotica e competizioni per scuole di ogni ordine e grado.
  • IDEATION ROOM: spazio didattico per favorire la creatività, l’innovazione a tutto campo e l’imprenditorialità attraverso l’esercizio dell’autoconsapevolezza, del problem solving, del decision-making, del business modelling, del disegno e del coding. Nell’Ideation Gym si trovano Lego Serious Play, lavagna interattiva WII Remote, Root Cause Analysis Tools, Business Model Canvas, micro moduli didattici, software e app design challenges.
  • ACTIVITY SPACE: spazio di edutainment dedicato alla leadership, al team building, alla motivazione. Esercizi fisici e mentali, giochi e molto altro per apprendere e mettere in pratica le competenze del 21° secolo. Nell’Activity space si trovano ZoomeTool, Toobeez, palle, corde ecc.

phyrtualCompletano la Palestra dell’Innovazione altri tre spazi per la condivisione: conference room, workshop room e phyrtual.org. Grazie a Phyrtual.org, il primo ambiente di innovazione sociale basato su conoscenza, apprendimento e community building, il progetto Palestra dell’innovazione potrà connettersi con il resto del mondo e auto sostenersi grazie al crowdfunding.

 

La mappa dei Fab Lab italiani costruita da Wired

Per saperne di più
Crowdfunding, anche la raccolta fondi può essere collaborativa
Una aereo vola grazie ai ricambi stampati in 3D
Chi sono i makers?

 

Tagged , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

One Response to A Roma il primo Fab Lab all’interno della Palestra dell’Innovazione

  1. Pingback: Rome’s first Fab Lab opens in an Innovation Gym | ComeOn!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>